I migliori cancelletti per bambini a confronto

I bambini vanno tenuti d’occhio, senza distrazioni, figuriamoci quando iniziano a muovere i primi passi. Da qui la necessità di proteggerli dalle insidie più o meno occulte della casa installando degli specifici cancelletti che hanno proprio una funzione ‘salva-vita’ in quanto impediscono l’accesso a zone a rischio e separano delle parti della casa dove il bimbo non deve entrare perché potrebbe farsi male. Se non si è ben informati, è meglio farlo prima di acquistare un cancelletto per bambini. La rete offre la possibilità di trovare notizie utili per conoscere meglio questo dispositivo amico dei bambini, che ha la forma di un’inferriata o di uno sportello di chiusura.

Ma come fare a scegliere il migliore? Possiamo dare qualche indicazione di massima, rimandando per maggiori informazioni alla consultazione del sito www.cancellettoperbambini.it. Fra gli ultimi modelli in commercio si segnalano i cancelletti della linea ‘Berrin’, in metallo e larghezza regolabile fra 85 e 95 centimetri, mentre l’altezza rispetta uno standard di 79 centimetri. Si tratta di modelli semplici da installare e molto intuitivi che non richiedono l’uso del trapano  perché il muro non va bucato ma basta ancorarli alla parete tramite degli appositi tasselli che si fissano a pressione agli angoli della superficie prescelta. Altri buoni cancelletti di sicurezza sono i BabyDan Premier, certificati e disponibili in varie misure, anche questi senza dover bucare il muro.

Ci sono, poi, dei cancelletti che usano sistemi di sicurezza a pulsante, ottimi per bloccare l’accesso a porte e vani a rischio, garantendo la massima sicurezza ai bambini senza precluderne il facile ingresso ai grandi. Un po’ tutti i cancelletti più innovativi hanno il vantaggio di essere comodi, flessibili e bloccabili con la massima semplicità, ma nello stesso tempo sicuri in quanto fungono da ostacolo stabile al passaggio dei bimbi curiosi. Alcuni modelli fra i più funzionali si aprono anche con una mano sola, funzione molto importante per i neogenitori che, magari, con l’altro braccio tengono il neonato, si aprono in ambedue i sensi e possono essere estensibili, se necessario. Semplici da installare, possono essere rimossi senza fatica quando è arrivato il momento e non servono più.